21 gennaio 2009

Cara signora Anna Wintour,
sì, ancora una volta Michelle ha sbagliato abito.
Anzi, abiti.

Ma Michelle si puo' permettere di sbagliare vestito.
Puo' farlo perché ha accanto l'uomo giusto, l'uomo perfetto in ogni circostanza. Per ogni occasione. Per la stagione primavera/estate e per quella autunno/inverno.

Quindi, un abito sbagliato vale un uomo perfetto.

Purtoppo, non è vera la regola contraria.
Infatti, un uomo sbagliato non vale l'abito perfetto.

Mi domandavo, cara signora Anna,
se un uomo sbagliato valesse anche solo una borsa di YSL o un paio di Jimmy Choo,
non crede anche lei che "passeremmo oltre" più a cuor leggero?
Pronte per il prossimo.
Sbagliato naturalmente.




3 commenti:

elena petulia ha detto...

Ma l'abito era giusto. Lo dice anche Cavalli sul Corriere di oggi. Giusto per lei. Ha il suo stile, quella donna. E il suo peso.
Baci, fashion victim più sexy del mondo (il mio, quantomeno)

stelllare ha detto...

Faceva schifo quel vestito, sembrava Re Sole.damascato da tapezzeria di poltrona sfatta.
Lei può permettersi dei colori chiari solo negli accessori, il nero e' il colore più elegante e fine, poteva osare col rosso scuro ... Cmq chissenefrega... Lui era favoloso!e stupendi quando camminavano mano nella mano

stelllare ha detto...

O forse la scelta del vestito e' simbolica visto che la stilista e' cubana e che la prima cosa oggi che ha fatto il presidente e' stata quella di dedicarsi al vecchio "neo" G
Guantanama?